Articoli

, ,

LA REMISE EN FORME DELLA SPOSA: I CONSIGLI DEGLI ESPERTI

Amettiamolo, molte spose per essere bellissime nel giorno del loro matrimonio, al momento della scelta dell’abito prendono quello che un pochino le “strizza”, con la sacra promessa a sé stesse di perdere qualche chilo con la dieta prima del grande giorno.

Beh, se anche voi siete tra queste spose, sappiate che almeno 6 mesi prima delle nozze dovete mantenere la promessa e pensare alla “remise en forme”.

Il matrimonio, si sa, è il giorno più bello di una donna ma anche uno stress enorme, quindi se in questo momento la vostra testa vi porta a tutt’altri pensieri, sedetevi e fate un bel respiro e, soprattutto, seguite i consigli degli esperti per buttare giù quei chili che vi faranno calzare il vestito a pennello.

Prima regola: pianifica

6 mesi sono il tempo minimo per rimettersi in forma, ponendosi obiettivi realizzabili e senza strafare. Buttare giù un chilo alla settimana è l’ideale, senza esagerare e stressare il corpo (e lo spirito), cosa che invece potrebbe produrre l’effetto esattamente contrario. Mangiare meglio e più equilibrato, variare e introdurre più frutta e verdura (5 porzioni al giorno) è la chiave, lasciando da parte troppi carboidrati o cibi spazzatura. Privilegiate le proteine vegetali, che vi daranno anche più forza per affrontare tutti i preparativi. Riducete i grassi e mangiate cereali integrali. Bevete qualche tisana depurante o drenante e fate il pieno di omega 3 per avere una pelle più luminosa e capelli sani. E se proprio non potete rinunciare a qualcosa di dolce mangiate un quadratino di cioccolata fondente.

Seconda regola: non stressarti, lo stress fa ingrassare!

Le ricerche hanno dimostrato che lo stress fa ingrassare. Si entra nel loop della cosiddetta “fame emozionale” che vi farà venir voglia di mangiare tutto il giorno. La preparazione di un matrimonio è stressante per definizione quindi cerca di non voler controllare tutto, fatti aiutare dalle amiche e dalle famiglie (compresa quella dello sposo) e fai delle liste per ricordare tutto. Ulteriore consiglio che vi possiamo dare per evitare lo stress è quello di non pesarsi di continuo: ci vorrà un po’ di tempo per vedere i primi risultati e la bilancia non deve essere un’ossessione.

Terza regola: fai esercizio fisico ogni giorno

Per rimettersi in forma serve allenarsi tutti i giorni, anche solo per mezz’ora. Basta una lunga passeggiata a passo sostenuto, una nuotata o un circuito di esercizi eseguito anche nel salotto di casa: youtube da questo punto di vista può venire in vostro soccorso e potrete anche scegliere esercizi sempre diversi. Per rendere più efficace l’allenamento, il consiglio è di farlo in compagnia del vostro futuro sposo: in questo modo passerete insieme del tempo, non vi annoierete e avrete degli obiettivi comuni che vi stimoleranno ancora di più. Inoltre è scientificamente provato che fare sport insieme al partner aumenta l’intesa e il desiderio sessuale. Solo benefici insomma…

Quarta regola: evita le tentazioni

Se tua suocera prepara degli ottimi manicaretti e vi vedete spesso per pranzi e occasioni in famiglia, è venuto il momento di parlarle a cuore aperto. Spiegale che quello che stai facendo è per rendere ancora più speciale il giorno del matrimonio e quindi che se vuole aiutarti può prepararti dei piatti meno conditi e della buona verdura. Altra tentazione irrefrenabile è quella rappresentata dallo stile alimentare del tuo lui: se adora la pizza, la birra o gli hamburger, spiegagli che per un po’ di tempo tu dovrai farne a meno e che, se ti ama, potrebbe farne a meno anche lui. Secondo una ricerca, in media le donne che convivono ingrassano di un chilo (quelle sposate addirittura di due!). Ricordati, quindi, che adeguarti al suo stile alimentare potrebbe portarti ad ingrassare anche in futuro dato che il metabolismo maschile è molto diverso da quello femminile e che gli uomini solitamente bruciano naturalmente di più.

Quinta regola: sii gentile con il tuo corpo e amati di più!

Per cambiare il proprio corpo serve anche cambiare il proprio atteggiamento verso la vita. Concedetevi dei momenti tutti per voi, per rilassarvi e rigenerarvi, magari con un massaggio o una sauna. Fate dei massaggi drenanti per sgonfiarvi o per eliminare la pelle a buccia d’arancia e, se siete voi a scegliere per l’addio al nubilato, pensate di farlo in una spa. Cercate di rallentare i ritmi quotidiani per rilassarvi e non accumulare troppo stress. Se non riuscite a stare dietro a tutto quello che c’è da fare e mettere in pratica i buoni propositi, potete sempre pensare di focalizzarvi solo su una parte del corpo, quella che verrà maggiormente messa in risalto del vestito.

 

Allora, pronte ad indossare la tuta e le scarpette da ginnastica?

 

,

COME ORGANIZZARE UN MATRIMONIO SENZA STRESS

La fase più importante nell’organizzazione di un matrimonio è senza alcun dubbio quella della scelta del luogo di celebrazione e della data. Il primo passo, dunque, non può che essere la scelta dell’ufficio o della sala comunale e della chiesa, per verificare date e disponibilità.
Se il matrimonio si svolgerà solo in comune, i tempi sono piuttosto contenuti; viceversa, se il desiderio è quello di celebrare il matrimonio in chiesa, sarà necessario fissare prima una data in comune per la cosiddetta promessa, a cui seguiranno le pubblicazioni ed infine la celebrazione in chiesa. In questo caso, senz’altro l’attesa sarà più lunga.
Inoltre, per coloro che desiderano celebrare il proprio matrimonio in chiesa, è frequente che il prete della chiesa scelta organizzi dei corsi prematrimoniali, che generalmente si svolgono con cadenza settimanale nei mesi precedenti il grande giorno.

Scelta dei testimoni e degli invitati. Preparazione ed invio delle partecipazioni.

Come organizzare un matrimonio perfetto, che non lasci scontento nessuno?

Il problema si pone spesso circa la scelta ed il numero degli invitati. Se poi ci si chiede come organizzare un matrimonio economico, inevitabilmente allora si dovrà contenere il numero dei parenti e degli amici. Tuttavia, la scelta dei testimoni e degli invitati deve essere pressoché immediata. Per i testimoni è importante perché saranno presenti (nel caso di matrimonio in chiesa) anche al rito civile presso il municipio.
Circa gli invitati, è importante per poter prenotare con largo anticipo il ristorante in cui si svolgeranno i festeggiamenti.
Dunque, dopo aver preparato le partecipazioni, in cui indicare il giorno del matrimonio, l’ora ed il luogo dei festeggiamenti, basterà spedirle o consegnarle personalmente.
Prima saranno ricevute dagli invitati, prima si potrà sapere il numero esatto degli invitati.

Scelta del ristorante, del fotografo e del luogo per il servizio fotografico.

È bene verificare subito la disponibilità del ristorante in cui si desidera celebrare i festeggiamenti, poiché, soprattutto se il matrimonio si svolgerà in estate o in autunno, è possibile che molti ristoranti siano già occupati da altre celebrazioni.
Per non correre il rischio di non trovare disponibile il ristorante per il giorno del matrimonio, è fondamentale prenotarlo subito dopo aver scelto la data delle nozze. Alcuni ristoranti riservano l’intero locale per occasioni importanti come un matrimonio. Spesso mettono a disposizione un’area esterna (quando il clima è favorevole!) in cui gli invitati vengono accolti dopo la funzione per un aperitivo, in attesa degli sposi che saranno impegnati nel servizio fotografico, o nel ristorante stesso o in un luogo particolarmente evocativo da loro scelto. Circa la scelta del menù, alcuni ristoranti organizzano una cena (gratuita) per gli sposi ed al massimo i testimoni, in cui provare le differenti prelibatezze e scegliere i piatti migliori per il grande giorno.
La scelta del fotografo è molto importante ed è bene farla non appena si conosce la data del matrimonio. Del resto, immortalare questi momenti è d’obbligo, soprattutto perché le fotografie rimarranno il ricordo più emozionante di questo giorno.

Scelta delle fedi nuziali e degli abiti dei futuri sposi.

In caso di rito civile le fedi non sono necessarie. Per la celebrazione del matrimonio in chiesa invece sì. Indipendentemente dall’obbligo, la fede rappresenta concretamente il sugellarsi di questo evento, ragione per cui dovrebbe essere scelta dagli sposi con entusiasmo e con convinzione. Generalmente sono i testimoni a regalare le fedi agli sposi, però è bene sceglierle con largo anticipo soprattutto se necessitano di modifiche o di incisioni di nomi e data all’interno.
Uno dei momenti più belli nell’organizzazione di un matrimonio è senza alcun dubbio la scelta dell’abito da sposa. Accompagnata dalla mamma, dalla suocera o dal testimone, la futura sposa comincerà a vedere tanti diversi modelli. In realtà, spesso si dice che non è la futura sposa a scegliere il vestito ma il vestito che sceglie la sposa. Dunque basterà aprire il cuore e ascoltare le emozioni che ogni vestito suscita. È possibile che siano necessarie delle modifiche al vestito, perciò è opportuno sceglierlo presto. Seguiranno prove, l’ultima a qualche giorno dal matrimonio, per assicurarsi che il vestito cada alla perfezione.

Scelta delle bomboniere, degli addobbi floreali e del bouquet.

Ultimo step necessario per organizzare al meglio il matrimonio è la scelta delle bomboniere. Può avvenire contestualmente alla scelta degli abiti, nello stesso negozio, o in un negozio differente. Sempre più spesso le coppie cercano degli oggetti unici, magari autorealizzati, ed in questi casi ci si può rivolgere ai negozi di articoli da sposi semplicemente per il confezionamento e la consegna delle bomboniere.
Da non dimenticare, poi, i fiori. Sia per il rito in municipio che per il matrimonio in chiesa, i fiori incorniciano perfettamente questo evento. Generalmente si opta per fiori bianchi e dai colori tenui, a rappresentare ed esaltare la purezza della sposa, da collocare in chiesa, in comune, come addobbo nella casa da cui la sposa farà la sua uscita ed al ristorante.

, ,

LA LISTA NOZZE ON LINE: PERCHÉ SCEGLIERLA E QUALI SONO I VANTAGGI

La tecnologia oggi rende più semplice la nostra vita: ci fa risparmiare, ci fa fare acquisti direttamente dal divano di casa, ci permette di gestire la nostra quotidianità in maniera più smart. Oggi ogni aspetto della nostra vita è permeato dalla tecnologia e il giorno del nostro matrimonio non può fare eccezione. Da almeno una decina d’anni a questa parte stanno avendo molto successo, infatti, le liste nozze on line, ovvero la possibilità di ricevere regali o raccogliere denaro sul proprio conto dagli invitati in pochi click attraverso bonifici o versamenti con carta di credito.

Questo tipo di soluzione è la più adatta per chi non vuole riempirsi di regali inutili o ha già tutto e preferisce raccogliere una somma di denaro da destinare a qualcosa di veramente utile o importante per la coppia. Insomma, la versione 3.0 della vecchia busta o della comunicazione dell’Iban ma molto, molto più elegante. Tanti infatti preferiscono la soluzione della raccolta del denaro, invece dei regali, ma spesso non sanno come comunicarlo agli invitati, sentendosi in imbarazzo. La lista nozze on line vi libera anche da questo problema. Inoltre, la versione on line semplifica la gestione della lista nozze, anche quando si tratta di regali veri e propri, dato che è possibile scegliere regali da più store, risparmiando anche sul tempo impiegato per decidere cosa farsi regalare.

Gli altri vantaggi della lista nozze on line

Scegliere la lista nozze on line vi darà la possibilità di raccogliere una somma di denaro che potrete impiegare anche per sostenere le spese stesse del matrimonio, soprattutto se il vostro budget è ridotto. La somma raccolta, oltre che per acquistare quello che è più utile agli sposi, potrà essere impiegata anche per la realizzazione di una luna di miele su misura: invece di passare necessariamente da un’agenzia per il viaggio di nozze, gli sposi potranno acquistare da soli il volo e costruire le tappe del loro viaggio come meglio credono, con un consistente risparmio.

Con la soluzione on line farete sicuramente contenti anche i vostri invitati che potranno donarvi una somma di denaro in pochi click senza affannarsi a scegliere doni o a cercare il negozio della lista nozze.  Per chi ha invitati dall’estero, poi, è la soluzione più semplice ad affidabile. Pensateci: basta regali doppi, basta regali inutili o cianfrusaglie che non userete mai nella vostra vita.

Le liste nozze on line, poi, permettono la costruzione di un sito web dedicato al vostro giorno più bello, in cui condividere con i vostri invitati, vicini o lontani che siano, i momenti più belli, i preparativi, il conto alla rovescia per il fatidico sì, ma anche tutte le informazioni utili per la cerimonia, il banchetto e l’addio al nubilato o al celibato. Uno spazio personalizzabile per coinvolgere tutti i vostri affetti più cari nel giorno più importante della vostra vita.

 Perché scegliere Lalunachevuoi.it

Lalunachevuoi.it nasce circa 10 anni fa dall’esigenze reale di Francesca e Giovanbattista: presi dai preparativi del loro matrimonio hanno pensato che la lista nozze on line semplificasse di molto l’organizzazione: in pochi mesi il sito è sul web. Il nostro servizio nasce quindi direttamente dalle esigenze degli sposi e, anche oggi, è in linea con le loro necessità.

È l’unica lista nozze on line ad offrire più metodi di raccolta: quello diretto, ovvero il contante va direttamente dagli invitati agli sposi, sia quello indiretto, cioè i regali in denaro sono raccolti da noi e poi trasferiti sul conto degli sposi. In quest’ultimo caso, il grosso vantaggio de Lalunachevuoi è l’uso di un sistema normato e molto sicuro di raccolta. Attualmente il nostro è il servizio più economico di questo tipo: le commissioni possono essere anche del tutto azzerate oppure decidere se farle pagare agli invitati o direttamente dagli sposi.

Lalunachevuoi unisce, poi, la possibilità di costruire in maniera facile e veloce un sito web matrimonio, con “template” grafici moderni e gradevoli e con livelli di personalizzazione molto elevati: foto ad alta definizione, pagine illimitate, costruzione di pannelli online per sondaggi e RSVP, inserimento di tutti gli eventi legati alle nozze, fino al dominio personalizzato con il nome degli sposi.

Vi abbiamo convinto che Lalunachevuoi.it è la lista nozze on line che fa proprio per voi? Provatela subito, l’iscrizione è gratuita e potrete creare immediatamente il vostro sito web.

, ,

COME ORGANIZZARE UN ADDIO AL NUBILATO INDIMENTICABILE

Sei la migliore amica della sposa, a te toccherà il ruolo di testimone o damigella, ma anche quello di organizzatrice dell’addio al nubilato. Certo, perché l’addio al nubilato deve essere in perfetta sintonia con quelli che sono i gusti e le abitudini della sposa che, a pochi giorni dal sì, avrà bisogno di rilassarsi e di avere finalmente un po’ di tempo per sé stessa e per fare ciò che le piace. Fatti aiutare da lei a fare la lista delle invitate: l’addio al nubilato deve essere certamente una sorpresa, stimolante e divertente, ma la sposa deve sentirsi a suo agio e circondata dalle persone che le vogliono bene.

Il passo successivo sarà decidere un budget e creare un gruppo su Whatsapp o su Facebook per comunicare con le invitate e decidere insieme a loro su cosa puntare per la festa. Il consiglio che vi diamo è quello di muovervi almeno 3 mesi prima del matrimonio: sia che vogliate fare la classica riunione tra donne o un viaggio in qualche capitale europea, trovare una data che vada bene per tutte sarà un’impresa, quindi meglio decidere per tempo.

Ora dovete solo decidere in cosa coinvolgere la futura sposina: che cosa la farebbe davvero rilassare e divertire? Cosa le farebbe dimenticare per un po’ l’ansia da matrimonio? Noi vi diamo qualche idea ma, ricordatevi, che più conoscete la sposa, più l’addio al nubilato potrà essere “tagliato” sui suoi gusti.

La spa: la classica giornata o weekend da passare tra massaggi, sauna e idromassaggio. Chi direbbe di no? I costi non sono eccessivi e, accordandosi con il centro che avrete scelto, potrete anche chiedere un aperitivo o una cena detox. L’alternativa potrebbe essere quella di ingaggiare un make up artist e una manicure, oppure un personal shopper con cui darsi allo shopping personalizzato.

Il weekend fuori porta: un viaggio fra donne è una tentazione a cui in poche saprebbero dire di no. Un weekend al mare o in montagna, in una capitale europea o in qualche borgo d’Italia, richiedono però un budget piuttosto alto e molto preavviso, sia per trovare la data giusta per tutte, sia per prenotare senza svenarsi.

La gita in barca: una giornata o un weekend in barca, con due skipper pronti a soddisfare le vostre richieste (con cena e aperitivo compresi), potrebbe essere una valida alternativa al viaggio vero e proprio. Ovviamente i costi variano dal periodo e dal tipo di barca che si noleggerà, ma i prezzi sono piuttosto abbordabili.

La guerra femmine contro maschi: se gli amici di lei e quelli di lui vanno d’accordo e c’è un buon feeling, si può decidere di unire l’addio al nubilato con l’addio al celibato. Come? Ingaggiando una lotta… Una sessione di paintball (guerra di colori) o di lasergame potrebbe essere più divertente di quanto pensiate, oltre a permettere di scaricare un po’ di tensione dovuta all’imminente cerimonia.

Uno gnocco in cucina: lo gnocco in questione non è quello pieno di carboidrati ma piuttosto un avvenente cuoco che, a domicilio, vi preparerà piatti prelibati, coccolandovi con la sua cucina. Una serata stuzzicante, alternativa al solito spogliarello maschile, che soddisferà gli occhi e il palato.

La bridal shower: un’usanza che arriva dagli Stati Uniti ma che altro non è che una classica festa, a tema o meno, in cui tutte le invitate portano un regalo alla futura sposa. Da tradizione i doni dovrebbero essere inseriti dentro a degli ombrelli e scendere da questi una volta aperti, da qui il nome di shower. La location andrà addobbata a tema, e il party dovrà essere accompagnato da buona musica e giochi o scherzi.

L’esperienza adrenalinica o sportiva: la sposa è avventurosa? Sportiva? Le piace spingersi anche oltre i limiti? Allora quello che fa per lei è un’esperienza ad alto tasso adrenalinico: rafting o bungee jumping potrebbero essere quello che fa per lei, oppure un lungo trekking in montagna. Se lo sport piace a tutte ma non volete strafare, allora anche una lezione di zumba, kick boxing o di yoga, decisamente più rilassante, può fare al caso vostro.

Erotismo e seduzione: arriva dalla Spagna la moda delle consulenti, con preparazione specifica, che arrivano a casa a spiegare l’arte dell’erotismo. Come un qualsiasi rappresentante, nella loro valigetta, portano con sé biancheria intima osè, sex toys, ma anche candele e oli da massaggio. L’alternativa, meno imbarazzante forse, può essere una lezione di gruppo di burlesque o di pole dance che farà emergere la sensualità della sposa e delle inviate, oltre a farvi fare un sacco di risate.

Questi sono solo alcuni spunti che vi possono aiutare per organizzare un addio al nubilato indimenticabile ma, ricordatevi sempre, di mettere da parte i vostri gusti: la protagonista è la sposa e quindi qualsiasi scelta andrà fatta pensando al suo stile.

, ,

HELP KIT DELLA SPOSA: COSA PORTARE CON SÉ PER SALVARE IL MATRIMONIO DAGLI IMPREVISTI

È il vostro giorno, è tutto perfetto, come l’avete voluto e sognato da sempre. Ma si sa, l’imprevisto è sempre dietro l’angolo. Ma perché rischiare di veder rovinato il giorno più bello della vostra vita? Con pochi e semplici accessori da portare con voi, potrete ovviare a problemi pratici che potrebbero essere piccole tragedie ma che, se affrontate nel modo giusto, potranno passare quasi inosservate.

Ecco quindi quello che non può mai mancare nel kit delle emergenze del giorno delle nozze, un vero e proprio help kit che non dovrete assolutamente dimenticare “nell’equipaggiamento” della sposa.

I trucchi: sarà inevitabile che per l’emozione scorra qualche lacrima a rigare il vostro volto e l’ottimo lavoro fatto dalla truccatrice. Se poi ci mettete anche i baci di congratulazione degli invitati, è impossibile rimanere impeccabili per tutta la giornata. Non dimenticate quindi di mettere in borsetta cipria, blush, mascara, rossetto, matita per gli occhi e tutto quello che può risultare utile per il vostro make up così da poter fare qualche ritocchino al volo, se serve. Anche la manicure potrebbe rovinarsi, meglio portare con sé quindi smalto, forbicine e limetta. Uno smalto trasparente, poi, potrebbe essere utile a bloccare provvisoriamente la smagliatura di una calza.

Un paio di collant di ricambio: inutile dirlo, una calza smagliata o, peggio, strappata, può rovinare davvero tutto. Portatene sempre un paio di ricambio o, senza paura di esagerare, anche due. Così sarete più tranquille e potrete cambiarvi in caso di imprevisti.

Spray antimacchia: può capitare di sporcarsi durante il banchetto, del resto l’emozione può giocare brutti scherzi. Per questo è meglio avere con sé uno spray antimacchia che sappiamo con certezza può essere usato su tessuti delicati come il nostro abito da sposa o sugli abiti da cerimonia degli invitati. Anche ai nostri ospiti, infatti, può capitare di sporcarsi e sarà meglio avere a disposizione un prodotto adatto, senza rischiare con quelli magari troppo aggressivi forniti all’occasione dal ristorante.

Scarpe di ricambio: se bella vuoi apparire, un po’ devi soffrire, recita il detto… però, in deroga ai detti popolari, possiamo pensare di portare un secondo paio di scarpe, soprattutto se quelle scelte per la cerimonia hanno il tacco molto alto e noi intendiamo ballare in maniera sfrenata (al party con gli amici ci sarà permesso di scatenarci, o no?!?). Sarà quindi indispensabile un secondo paio di scarpe, scelte con la stessa attenzione con cui abbiamo scelto quelle da cerimonia, con stile e colore che si abbinino al nostro abito, ma con un tacco decisamente più basso e più comodo.

Colla tipo “Attack”: vi si rompe un tacco? Certo, è la sfortuna delle sfortune… però se avete con voi della colla il problema si risolve facilmente e rapidamente.

Pettine, forcine e lacca: vale lo stesso discorso fatto per il trucco. Vorrete essere perfette dal primo all’ultimo minuto della giornata ma un colpo di vento, la pioggia, un mossa sbagliata possono rovinare l’acconciatura che ha studiato per voi il vostro parrucchiere. Meglio avere con sé l’occorrente per rimediare velocemente.

Spazzolino e mentine: il vostro sorriso dovrà essere perfetto sia per le foto che per gli invitati e poi, diciamocelo, la felicità di quel giorno vi farà sorridere anche senza che ve ne rendiate conto. Sarà quindi essenziale essere in ordine anche da quel punto di vista ed avere un alito profumato non sarà solo un particolare quando vi intratterrete con i vostri ospiti.

Salviette umidificate: ci sono nella borsetta di qualsiasi donna, perché dimenticare di portarle con sé il giorno del proprio matrimonio?

Ombrello: la pioggia è un imprevisto di cui faremo volentieri a meno anche se volessimo essere positive e pensare al detto sposa bagnata, sposa fortunata… Quindi meglio portare sempre un ombrello. Attenzione, però. Non possiamo prendere un ombrello qualsiasi di quelli che teniamo sempre a portata di mano nella vita di tutti i giorni. È importante che questo accessorio sia in accordo, se non con l’abito della sposa, almeno con il tema del matrimonio.

Ago e filo: sembrerà assurdo pensare di vedere qualcuno cucire durante un matrimonio ma, se ci pensate, ago e filo possono risolvere un sacco di imprevisti: un bottone che salta alla camicia dello sposo, un orlo da riparare, una perlina da riattaccare…

Non preoccupatevi, non dovrete (ovviamente!) portare voi questo kit di salvataggio stile Mary Poppins ma piuttosto prepararlo con questi e con altri oggetti che ritenete utili (per esempio, portate le lenti a contatto? Ricordatevi occhiali e soluzione salina, oppure un analgesico, perché la tensione fa brutti scherzi…) e consegnarlo ad una persona di fiducia: la vostra migliore amica, la testimone, una delle damigelle oppure la mamma o una zia a cui siete particolarmente legate possono essere le persone giuste a correre in vostro aiuto ad ogni imprevisto.

, ,

WEDDING PLANNER: UN ALLEATO PER LE TUE NOZZE

Un po’ tuttofare, un po’ un creativo; un po’ psicologo e un po’ ragioniere. Queste e molte altre sono caratteristiche che un buon (o una buona) wedding planner deve necessariamente avere. Se deciderete di affidarvi ad un wedding planner, nel corso dei preparativi per le nozze sarà la figura di riferimento per realizzare l’evento così come lo volete voi. Fondamentale per questo sarà scegliere una persona che vi ispiri fiducia, che vi comprenda, anche se spetta a voi essere chiari nel comunicare i vostri desideri, a meno che non decidiate di dare carta bianca al WP.

Gli accordi devono essere fin dall’inizio chiari, sia sul lato pratico che su quello economico, sia che il WP si occupi di tutto l’evento o solo di alcuni aspetti. Lui, da parte sua, dovrà fare il possibile per guidarvi nelle cose pratiche, con la sua esperienza e la sua conoscenza: sarà in grado di consigliarvi su tutti gli aspetti del matrimonio, dalla lista nozze alla location, dal tema della cerimonia e del ricevimento, fino alla torta e al menu. La sua consulenza deve sollevarvi dalle questioni pratiche, selezionare con attenzione i fornitori più adatti per rispondere alle vostre richieste e farvi risparmiare tempo, denaro e (soprattutto!!!) stress.

Pensateci: nel caso di un repentino cambio del meteo, di un guasto all’auto degli sposi o di una calza che si smaglia sarebbe facile perdere il controllo, soprattutto se vi siete dovuti sobbarcare tutta la preparazione del matrimonio. Per non perdere la testa, quindi, fatevi affiancare da una persona di fiducia che potrà gestire gli imprevisti e le criticità senza emotività.

,

LA FEDE NUZIALE: SCEGLIERE TRA I MODELLI E QUALCHE SPUNTO PER OSARE

 

Siete ancora alla ricerca della fede perfetta? Vi abbiamo già raccontato come sia importante la scelta dell’anello nuziale, soprattutto perché vi accompagnerà per tutta la vita e dovrà rispecchiare il più possibile la vostra personalità. Se avete ancora qualche dubbio qui di seguito vi diamo altri consigli, con qualche spunto per osare un po’ anche rifacendosi alla tradizione e al simbolismo.

La forma. Può essere la classica fede bombata oppure piatta, come piace di più agli uomini. La larghezza dell’anello, invece, dipenderà molto anche dalla lunghezza delle vostre dita: più avete dita corte, più sottile dovrà essere la fede.

I modelli. Esistono, poi, vari modelli: dalle fedi classiche tonde e smussate, solitamente di oro giallo lisce e con una larghezza standard di 4 millimetri che le rende adatte anche a chi non ama indossare gioielli. Sono quelle più economiche dato che il loro costo si aggira intorno ai 500 euro. Le francesine sono più sottili e con una forma lievemente tondeggiante all’esterno e lineare all’interno. Qualche volta vengono impreziosite da un diamante incastonato al centro ma, così dovrete fare più attenzione alla manutenzione. Costano un po’ di più delle fedi classiche poiché solitamente partono dai 600 euro. Le fedi mantovane sono alte 6 millimetri, sono composte da una fascia larga, con bombatura esterna non troppo accentuata, un arco ribassato e da una parte interna piatta. A volte sono opache oppure possono essere lucide come le fedi classiche.

L’incisione. All’interno di tutte queste fedi si possono fare delle incisioni: dal classico nome dell’amato o dell’amata (a parti invertite) seguite dalla data delle nozze, fino ad una parola o addirittura ad una frase (anche se la sua lettura potrebbe rivelarsi davvero ardua…). Le moderne tecniche di incisione permettono di scegliere anche il carattere che più vi piace, scegliendo tra tutti gli stili che vedete sul vostro pc.

Fuori dagli schemi. Per gli amanti delle cose particolari possiamo poi citare le fedi sarde, solitamente tramandate di generazione in generazione, d’oro molto leggero e lavorate con una sorta di pizzo, una filigrana molto leggera che si narra sia tessuta dalle fate. Le fedi etrusche con una silhouette rotonda, ondeggiante e asimmetrica; e sarebbero stati proprio gli Etruschi i primi a far calzare l’anello sull’anulare per la credenza che da questo dito passasse una vena diretta al cuore. Poi ci sono le fedi umbre che raffigurano il volto di una donna o di due sposi che si guardano, tra i quali sboccia un bouquet di fiori che simboleggia lo sbocciare dell’amore. Infine le fedi irlandesi composte da due mani che tengono un cuore sormontato da una corona: il segreto per un matrimonio perfetto sarebbe, infatti, un mix tra amicizia (simboleggiata dalle mani), amore e fedeltà (la corona).

Ora avete tutti gli elementi per decidere. Qualsiasi sia la vostra scelta, in ogni caso, non dimenticatevi di prenotare gli anelli per tempo: solitamente un mese o un mese e mezzo prima delle nozze basta per le fedi più classiche ma se richiedete qualcosa di particolare è sempre meglio anticipare.

,

IL BUDGET DEL MATRIMONIO: COME GESTIRLO SENZA STRESS

Avete deciso di fare il grande passo? Da qui al momento di dire sì dovrete fare esercizio di pianificazione. Ma la prima cosa a cui pensare sarà sicuramente il budget da investire perché il giorno del vostro matrimonio sia perfetto.

Le statistiche dicono che la maggior parte delle coppie che si appresta a convolare a nozze spende una cifra fra i 15000 e i 20000 euro, ma ci sono anche quelli che arrivano a 30000 e oltre. Ovviamente c’è anche chi deve fare i conti con budget più bassi e che quindi dovrà essere molto oculato nelle spese e preciso nella rendicontazione.

Il primo consiglio è quello di decidere fin da subito e in maniera chiara chi pagherà cosa: per tradizione i genitori della sposa si dovrebbero occupare delle partecipazioni e degli inviti, del corredo, di tutto quello che serve alla sposa (abito, trucco, parrucchiere, tranne il bouquet), degli addobbi per la cerimonia e dell’offerta per il coro, oltre al ricevimento, alle bomboniere e ai confetti. Sempre ai genitori della sposa spetta il pagamento del noleggio dell’auto, i musicisti, il fotografo, i vestiti dei paggetti o delle damigelle, i regali per i testimoni e per lo sposo.

Per convenzione ai genitori dello sposo spetterebbe coprire le spese per l’anello di fidanzamento, l’abito di lui, il bouquet della sposa, l’offerta per la chiesa e il sacerdote, le fedi, il noleggio dell’auto per i testimoni dello sposo, il viaggio di nozze e l’acquisto della casa coniugale completa di arredamento, ad accezione della camera da letto che spetta ai genitori della sposa (tranne il materasso, che spetta alla famiglia dello sposo).

Il buon senso e i tempi attuali vedono sempre più spesso i fidanzati, soprattutto se già convivono o sono indipendenti economicamente, coprire una buona parte delle spese. L’aiuto delle famiglie è quasi sempre indispensabile ma, per evitare discussioni e contrasti che potrebbero guastare già in partenza un’unione, l’ideale è che le spese vengano ripartite in parti uguali o che sia la famiglia più abbiente a coprire qualche spesa in più.

Se gli sposi intendono essere autonomi, un grande aiuto può venire loro da una lista nozze on line come Lalunachevuoi.it: è un modo pratico e discreto per raccogliere del denaro in lista nozze, somma da poter gestire liberamente sia per i preparativi che per fare acquisti dopo il matrimonio.

Una volta deciso a chi spetta pagare cosa, sarà compito degli sposi tenere conto delle spese: una volta fissato il budget meglio dividerlo per voci, monitorando continuamente anticipi e modalità di pagamento. Tenere un vero e proprio libro contabile aiuterà a vigilare e anche, dove possibile, a contenere le spese anche ai meno avvezzi ai numeri e ai conti.

Certo, se volete stare ancora più tranquilli, il nostro consiglio è quello di affidarsi ad un wedding planner: saprà accontentarvi data la conoscenza e la dimestichezza con i fornitori e con i servizi, consigliandovi come e su cosa risparmiare. Inoltre terrà tutto sotto controllo al vostro posto, evitando così spese improvvise o troppo onerose dell’ultimo minuto.