,

LA FEDE NUZIALE: SCEGLIERE TRA I MODELLI E QUALCHE SPUNTO PER OSARE

 

Siete ancora alla ricerca della fede perfetta? Vi abbiamo già raccontato come sia importante la scelta dell’anello nuziale, soprattutto perché vi accompagnerà per tutta la vita e dovrà rispecchiare il più possibile la vostra personalità. Se avete ancora qualche dubbio qui di seguito vi diamo altri consigli, con qualche spunto per osare un po’ anche rifacendosi alla tradizione e al simbolismo.

La forma. Può essere la classica fede bombata oppure piatta, come piace di più agli uomini. La larghezza dell’anello, invece, dipenderà molto anche dalla lunghezza delle vostre dita: più avete dita corte, più sottile dovrà essere la fede.

I modelli. Esistono, poi, vari modelli: dalle fedi classiche tonde e smussate, solitamente di oro giallo lisce e con una larghezza standard di 4 millimetri che le rende adatte anche a chi non ama indossare gioielli. Sono quelle più economiche dato che il loro costo si aggira intorno ai 500 euro. Le francesine sono più sottili e con una forma lievemente tondeggiante all’esterno e lineare all’interno. Qualche volta vengono impreziosite da un diamante incastonato al centro ma, così dovrete fare più attenzione alla manutenzione. Costano un po’ di più delle fedi classiche poiché solitamente partono dai 600 euro. Le fedi mantovane sono alte 6 millimetri, sono composte da una fascia larga, con bombatura esterna non troppo accentuata, un arco ribassato e da una parte interna piatta. A volte sono opache oppure possono essere lucide come le fedi classiche.

L’incisione. All’interno di tutte queste fedi si possono fare delle incisioni: dal classico nome dell’amato o dell’amata (a parti invertite) seguite dalla data delle nozze, fino ad una parola o addirittura ad una frase (anche se la sua lettura potrebbe rivelarsi davvero ardua…). Le moderne tecniche di incisione permettono di scegliere anche il carattere che più vi piace, scegliendo tra tutti gli stili che vedete sul vostro pc.

Fuori dagli schemi. Per gli amanti delle cose particolari possiamo poi citare le fedi sarde, solitamente tramandate di generazione in generazione, d’oro molto leggero e lavorate con una sorta di pizzo, una filigrana molto leggera che si narra sia tessuta dalle fate. Le fedi etrusche con una silhouette rotonda, ondeggiante e asimmetrica; e sarebbero stati proprio gli Etruschi i primi a far calzare l’anello sull’anulare per la credenza che da questo dito passasse una vena diretta al cuore. Poi ci sono le fedi umbre che raffigurano il volto di una donna o di due sposi che si guardano, tra i quali sboccia un bouquet di fiori che simboleggia lo sbocciare dell’amore. Infine le fedi irlandesi composte da due mani che tengono un cuore sormontato da una corona: il segreto per un matrimonio perfetto sarebbe, infatti, un mix tra amicizia (simboleggiata dalle mani), amore e fedeltà (la corona).

Ora avete tutti gli elementi per decidere. Qualsiasi sia la vostra scelta, in ogni caso, non dimenticatevi di prenotare gli anelli per tempo: solitamente un mese o un mese e mezzo prima delle nozze basta per le fedi più classiche ma se richiedete qualcosa di particolare è sempre meglio anticipare.