COME RENDERE INDIMENTICABILE UNA CERIMONIA CIVILE CON UN PO’ DI FANTASIA E TANTO ROMANTICISMO

MatrimonioCivile

Diciamoci la verità, da bambine tutte sogniamo un matrimonio in grande stile: l’entrata in chiesa, l’avanzare nella navata, la marcia nuziale a scandire i nostri passi, le ali di invitati ad ammirarci, il vestito bianco con lo strascico e uno sposo innamorato ad attenderci all’altare. Il matrimonio religioso è quello nei sogni di tutte le bambine, quello dei film, quello ideale e romantico.

Molte spose, anche una volta cresciute, non vedono altro matrimonio possibile che questo. Altre coppie, invece, preferiscono il solo rito civile che, con i giusti accorgimenti e un po’ di fantasia può ugualmente far sognare.

Certo, a volte i luoghi messi a disposizione dei comuni, soprattutto da quelli più piccoli, non sono proprio delle sedi da urlo… Ma non per questo gli sposi dovranno limitarsi alla lettura degli articoli del codice civile, rendendo il tutto un po’ asettico ed ingessato, anzi. Alcuni comuni, in realtà, mettono a disposizione delle location davvero suggestive: giardini, castelli, ville, logge, etc. Esistono poi moltissimi riti simbolici per rendere un matrimonio l’apoteosi del romanticismo e della condivisione, un trionfo dell’amore che non avrà nulla da invidiare al matrimonio celebrato in chiesa.

Quindi, prima di tutto, una volta deciso il comune in cui volete sposarvi, contattate gli uffici per sapere ciò che vi è concesso fare durante la cerimonia. Poi tirate fuori la fantasia e tutto il vostro innato romanticismo. Noi vi diamo qualche consiglio e qualche idea che sicuramente vi convincerà.

La musica. All’accompagnamento musicale non dovete assolutamente rinunciare. La classica marcia nuziale o una canzone significativa per la coppia per accompagnare l’entrata della sposa, non farà mancare i lucciconi agli occhi di nessuno degli invitati.

Le letture. Il brano adatto potrà essere una poesia, un passo di un libro, un breve racconto: a meno che non abbiate già un brano legato alla vostra storia o che la rappresenti, i passi sull’amore di poeti e scrittori sono praticamente infiniti, quindi le idee e gli spunti non vi mancheranno di certo. Per rendere il tutto ancora più suggestivo, fate leggere il brano ai vostri genitori, ad un amico o ad una persona cara. Qualcuno, poi, potrebbe esprimere la volontà di leggere un proprio scritto per voi: se questa idea vi piace, potete anche chiedere agli amici più stretti di scrivere un pensiero da leggere durante la cerimonia.

Le promesse. Sono ancora poco diffuse in Italia, ma sono sicuramente un momento molto intimo della cerimonia, quello in cui, con parole proprie i due sposi si dichiarano l’uno all’altra, promettendosi amore eterno, e l’impegno a vivere una vita felice insieme. In genere vengono lette prima dell’apposizione delle firme sul registro comunale.

Riti simbolici. La simbologia nel giorno del matrimonio la fa da padrone: usanze, tradizioni, riti e scaramanzie, tutte a propiziare una lunga vita felice insieme. Durante la cerimonia civile ci sono alcuni rituali molto suggestivi che si possono compiere e che sono di buon auspicio per il futuro, oltre a simboleggiare due vite che si uniscono, diventando una sola. Uno di questi è la “cerimonia delle candele”: i due sposi tengono in mano una candela accesa ciascuno, con la quale andranno ad accendere contemporaneamente una candela più grande, a simboleggiare la nuova vita insieme.  Oppure potete optare per la “legatura delle mani”, rituale di origine celtica dove ai due sposi vengono unite le mani con un nastro per simboleggiare l’impegno per una serena vita insieme. Altra opzione è la “cerimonia della sabbia”: gli sposi avranno due vasi con sabbia di colori diversi e ne verseranno il contenuto in un recipiente più grande. In questo modo il simbolo del vostro amore potrà essere custodito per sempre a casa vostra, dato che in molti usano il vaso con la sabbia bicolore, nel quale si creano delle particolari onde colorate, come decorazione casalinga. Volete cristallizzare quei momenti per sempre e riviverli a distanza di anni? Allora potrete creare una sorta di “capsula del tempo” con lettere d’amore, ricordi, etc, da sigillare durante la cerimonia e da riaprire in un anniversario lontano. Ognuno di questi rituali può essere accompagnato da musica o da alcune letture.

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *