,

Amore, felicità e prosperità: le tradizioni da rispettare il giorno del sì

tradizioni matrimoniali

Avete deciso di compiere il grande passo e volete che tutto sia perfetto? Partecipazioni, inviti, cerimonia, allestimento e catering, certo… ma perché la magia sia davvero compiuta non si può non rispettare anche qualche classica tradizione. Ogni parte d’Italia e del Mondo ha le sue, ma ne esistono di universali, quelle che portano bene e rendono ogni matrimonio un rito ben augurante per il futuro.

Allora, iniziamo da quello che la sposa deve indossare quel giorno. Una cosa nuova: beh, di solito in questo caso non si ha che l’imbarazzo della scelta… che sia l’abito, la biancheria intima o le scarpe, questa è sicuramente l’usanza più semplice da rispettare. Ed è anche quella più legata al passo che si sta per compiere: simboleggia il capitolo nuovo della vita che si sta per iniziare e tutte le sfide che questa porterà con sé.

Per iniziare una fase nuova bisogna lasciarsi il passato alle spalle, mettere un punto per andare a capo. La tradizione per questo suggerisce alla sposa di indossare qualcosa di vecchio. Attenzione, deve essere un oggetto proprio, non qualcosa di prestato o regalato. Questo perché il passato da cui ci si deve “distaccare” è il proprio, ma allo stesso tempo non ci si deve dimenticare l’importanza delle proprie esperienze nel nuovo cammino che si va ad intraprendere. Sarà la sposa a decidere quale oggetto da indossare rappresenti meglio il suo passato, ma il galateo consiglia un fermaglio per capelli o un gioiello. Un’altra opzione, piuttosto suggestiva, è quella di far cucire dentro all’abito dei pezzi del vestito da sposa della mamma o della nonna.

Senza le persone che ci vogliono bene non saremmo nessuno e nemmeno nel giorno più bello della vita questo va dimenticato. Motivo per il quale insieme alla cosa nuova e alla cosa vecchia, vanno indossate una cosa prestata e una cosa regalata. A prestare l’oggetto da indossare dovrà essere, ovviamente, una persona cara alla sposa, a simboleggiare che le persone care restano vicine anche nel passaggio dal vecchio al nuovo. Allo stesso modo, l’oggetto regalato dovrà essere dono di una persona speciale, dato che questo simboleggia l’affetto delle persone che si amano: facile pensare alle mamme o alle nonne, ma anche le migliori amiche in questo caso possono iniziare a pensare a quale dono fare per l’occasione.

Ultima, ma non meno importante, l’usanza di indossare qualcosa di blu. Vi chiederete perché proprio blu? Il blu è il colore della sincerità e della purezza, della fedeltà e dell’amore duraturo, oltre che della serenità e dell’equilibrio interiore. Un tempo ad essere blu, pare, fosse addirittura l’abito della sposa, mentre oggi si opta per qualche particolare nascosto o poco visibile, a meno che, ovviamente, non decidiate per un vestito a per gli accessori nei toni del blu. Oltre alla classica giarrettiera, quindi, si può pensare a confetti blu, fiori, palloncini o nastri blu per decorazioni o allestimenti, smalto o ombretto per la sposa, gioielli nei toni del blu, facendo molta attenzione affinché sia tutto a tono e non risulti forzato.

Ma se volete che il vostro matrimonio nasca sotto i migliori auspici anche dal punto di vista della prosperità e della sicurezza economica (del resto non si vive di solo amore…) non può mancare una moneta inserita nella scarpa sinistra della sposa… non proprio il massimo della comodità, lo sappiamo… ma qualche sacrificio per la felicità si può anche fare! In alternativa, se già le scarpe sono strette e non volete soffrire troppo, la moneta si può cucire nell’orlo o nella federa del vestito.